Archivio mensile: dicembre 2016

2

Evola racconta il “Diorama filosofico”

In vista di un’importante iniziativa editoriale che RigenerAzione Evola varerà a partire dal febbraio 2017, cominciamo a proporre ai lettori alcuni documenti che serviranno da introduzione alla conoscenza di quello che rimane, probabilmente, il più duraturo nonché il più significativo tentativo di Julius Evola di incidere sulla cultura fascista degli anni Trenta, indirizzandola verso un…

0

Osservazioni critiche sul «razzismo» Nazionalsocialista

di Julius Evola Tratto da “La Vita italiana”, novembre 1933 Il discorso recentemente tenuto da Adolf Hitler in occasione della tornata culturale del partito nazional-socialista a Norimberga, riprodotto dalla stampa germanica sotto il titolo: Professione di fede eroica, merita, a nostro parere, attenzione, per gli elementi da esso offerti in ordine alla comprensione di quella…

0

Superamento dell’attivismo

di Julius Evola (tratto da “Il Regime Fascista“, 18 gennaio 1933) E’ un fatto difficilmente contestabile, che l’attivismo costituisca la  parola d’ordine dell’ultima civiltà. L’esaltazione e la pratica dell’azione, quindi di tutto ciò che è sforzo, slancio, lotta, divenire, trasformazione, perenne ricerca, inesausto movimento, si vede affiorare da ogni dove. E non  solo noi oggi…

0

Asta da record per il dada di Evola

Un Evola… da record! In un’asta di arte moderna e contemporanea tenutasi lo scorso 2 dicembre a Roma, presso Palazzo Caetani Lovatelli, l’opera dadaista “Astrazione” di Evola è stata venduta alla esorbitante cifra di 100.000 euro, rispetto ad una base d’asta di  22.000 euro. Al di là della notizia in sé, comunque significativa, si tratta…

0

Crisi della società moderna

di Julius Evola (Tratto da “Il Secolo d’Italia“, 31 maggio 1952) Nei popoli che vengono detti «primitivi», ma che spessissimo rappresentano solo resti degenerescenti e inselvatichiti di più antiche razze e civiltà, un fenomeno che ha sovente attirato l’attenzione degli osservatori è quello delle «società di uomini». In tali popoli fino ad una certa età…

0

Sulla caduta dell’idea di Stato (prima parte)

L’Italietta democratica si prepara, per l’ennesima volta, alla farsa delle urne: nel caso specifico, si tratta del referendum confermativo sulla riforma costituzionale voluta dal Governo Renzi. Al di là del profondo carattere disorganico, antigerarchico e sovversivo dei sistemi politici demo-liberali, massificati, retorici, populisti (questi sì, realmente…), è di tutta evidenza che un pacchetto di modifiche…

"In una civiltà tradizionale è quasi inconcepibile che un uomo pretenda di rivendicare la proprietà di una idea e, in ogni caso, in essa chi così facesse, con ciò stesso si priverebbe di ogni credito e di ogni autorità, poiché condannerebbe l’idea a non esser più che una specie di fantasia senza alcuna reale portata. Se una idea è vera, essa appartiene in egual modo a tutti coloro che sono capaci di comprenderla; se è falsa, non c’è da gloriarsi di averla inventata. Una idea vera non può essere «nuova», poiché la verità non è un prodotto dello spirito umano, essa esiste indipendentemente da noi, e noi abbiamo solo da conoscerla. Fuor da tale conoscenza, non può esservi che l’errore" (R. Guénon)

Tutto quanto pubblicato in questo sito può essere liberamente replicato e divulgato, purché non a scopi commerciali, e purché sia sempre citata la fonte - RigenerAzione Evola