Archivio mensile: febbraio 2017

0

La razza dell’uomo sfuggente

Dopo aver pubblicato qualche giorno fa un articolo in cui Evola proponeva delle considerazioni sull’uomo obliquo, figura archetipica di una considerevole fetta dell’umanità contemporanea, torniamo sull’argomento con un ulteriore scritto evoliano che fu preparato, chiaramente sulla base del precedente ma in modo molto più articolato, in vista della celebre raccolta “L’arco e la clava”. Qui…

0

Tattiche e strategie della Guerra Occulta in Julius Evola

di Enzo Iurato Intervento a nome di Heliodromos, all’incontro “Ripartire da Evola!”, del 18/02/2017 A proposito della risoluzione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite che nello scorso mese di dicembre ha condannato gli insediamenti israeliani nei territori depredati ai palestinesi, risoluzione approvata grazie all’astensione del rappresentante statunitense, il premier israeliano Benjamin Netanyahu ha dichiarato,…

0

Anche a Milano è ora di “Ripartire da Evola!” (18.02.2017) – recensione

Davanti ad un centinaio di persone, giunte da Milano e da tutto il nord Italia, sabato 18 febbraio si tenuto é tenuto, presso Spazio Ritter, l’incontro dal titolo “Ripartire da Evola”, di presentazione del progetto “RigenerAzione Evola”. Benché comunichi con l’esterno prevalentemente attraverso un sito internet, l’attività di R.E. é molto più che semplice “gossip…

1

Considerazioni sull’uomo obliquo

di Julius Evola          Tratto da “Rivolta ideale” del 29 Maggio 1952. Nel precedente periodo avemmo a formulare una teoria delle “razze dello spirito”, che s’intendeva ad individuare tipi e atteggiamenti fondamentali dell’essere umano. Per il che ci riferimmo anche ad antiche tradizioni, le quali misero determinati caratteri in relazione simbolica con pianeti, divinità ed elementi:…

0

Fascismo e Tradizione, il contributo del Diorama – Intervista ad A. Calabrese (terza ed ultima parte)

Pubblichiamo oggi la terza ed ultima parte dell’intervista esclusiva rilasciata a RigenerAzione Evola da Antonio Calabrese, dottore di ricerca in ermeneutica della storia ed autore del volume “Fascismo e Tradizione tra cultura e potere – il contributo di «Diorama Filosofico»(1934-1943)” (Aracne Editrice, Roma, 2012), importante e dettagliato studio monografico sul Diorama Filosofico, rubrica curata da Evola…

0

Fascismo e Tradizione, il contributo del Diorama – Intervista ad A. Calabrese (seconda parte)

Proponiamo oggi la seconda parte dell’intervista esclusiva con Antonio Calabrese, dottore di ricerca in ermeneutica della storia ed autore del volume “Fascismo e Tradizione tra cultura e potere – il contributo di «Diorama Filosofico»(1934-1943)” (Aracne Editrice, Roma, 2012), importante e dettagliato studio monografico sul Diorama Filosofico, rubrica curata da Evola sul quotidiano “Il Regime Fascista” di…

0

La realizzazione di Sé: dall’esistenzialismo allo Svadharma

Con questa nuova intitolazione riproponiamo ai lettori un saggio molto importante tratto dalla storica rivista “Il Reazionario”, che uscì originariamente con il titolo di “Yoga e tantrismo”. (Tratto da “Il Reazionario” n. 59) Come sovente capitato nel corso dei nostri studi di questi ultimi anni, spunto di riflessione ed insieme soluzione specifica su argomenti potenzialmente…

0

Fascismo e Tradizione, il contributo del Diorama – Intervista ad A. Calabrese (prima parte)

Sempre con riferimento all’esperienza del Diorama Filosofico di Evola, vi presentiamo a partire da oggi, divisa in tre parti, un’intervista esclusiva con il dottor Antonio Calabrese, autore del libro “Fascismo e Tradizione tra cultura e potere – il contributo di «Diorama Filosofico»(1934-1943)” (Aracne Editrice, Roma, 2012). Si tratta di un saggio sull’esperienza del Diorama evoliano…

"In una civiltà tradizionale è quasi inconcepibile che un uomo pretenda di rivendicare la proprietà di una idea e, in ogni caso, in essa chi così facesse, con ciò stesso si priverebbe di ogni credito e di ogni autorità, poiché condannerebbe l’idea a non esser più che una specie di fantasia senza alcuna reale portata. Se una idea è vera, essa appartiene in egual modo a tutti coloro che sono capaci di comprenderla; se è falsa, non c’è da gloriarsi di averla inventata. Una idea vera non può essere «nuova», poiché la verità non è un prodotto dello spirito umano, essa esiste indipendentemente da noi, e noi abbiamo solo da conoscerla. Fuor da tale conoscenza, non può esservi che l’errore" (R. Guénon)

Tutto quanto pubblicato in questo sito può essere liberamente replicato e divulgato, purché non a scopi commerciali, e purché sia sempre citata la fonte - RigenerAzione Evola