Articoli di Maurizio Rossi

Maurizio Rossi


0

19 Maggio 1898 – Nasceva J. Evola maestro della “Rivolta contro il Moderno Moderno”

di Maurizio Rossi La sua figura era paragonabile a quella di un convitato di pietra, ovvero di colui che siede al cospetto della società, ma appartiene ad altri mondi. D’altronde lo stesso Evola aveva più volte sottolineato che uno dei fondamentali compiti degli uomini della Tradizione era proprio quello di attraversare questo mondo, di agire…

1

Le due aquile (parte 4)

(segue dalla terza parte) di Maurizio Rossi Julius Evola si impegnerà con tutte le sue forze per indicare quei riferimenti di ordine superiore che dovevano fare da cernieramento alle due Rivoluzioni, favorendo così l’emergere simultaneo di avanguardie politico-spirituali raccolte e consapevoli, le nuove élite solari e tradizionali della nuova Europa: “Affermazione di tutti i valori…

0

Julius Evola, l’Asse Roma-Berlino ed il sogno (possibile) dell’Uomo Nuovo. Intervista esclusiva a Maurizio Rossi

Se l’intervista a Rodolfo Sideri pubblicata pochi giorni fa ha chiarito il ruolo di Evola nel Fascismo e nella cultura italiana del Ventennio, per scoprire i rapporti di Evola con il Nazionalsocialismo, ci affidiamo a Maurizio Rossi, intervistato a margine del convegno “Ripartire da Evola” del 30 gennaio scorso a Roma. Rossi ci racconta di…

0

Le due aquile (parte 3)

(segue dalla seconda parte) di Maurizio Rossi Nei confronti del Nazionalsocialismo la critica di Evola aprirà problematiche di diversa natura rispetto alle posizioni che aveva tenuto nei confronti del Fascismo e a influire saranno alcune connotazioni culturali e ideologiche  che andranno a comporre  la Weltanschauung nazionalsocialista. Il pensatore tradizionalista  evidenzierà le peculiari e specifiche differenze fra…

0

Le due aquile (parte 2)

(segue dalla prima parte) di Maurizio Rossi Tutta la critica di Evola si volse contro il “senso” del mondo moderno, contro la sua fatalità, contro le sue drammatiche derive, il piano inclinato dei valori, volendogli poi contrapporre i principi e le verità espresse da quell’universo valoriale e simbolico rappresentato dal mondo della Tradizione, ovvero tendendo…

"In una civiltà tradizionale è quasi inconcepibile che un uomo pretenda di rivendicare la proprietà di una idea e, in ogni caso, in essa chi così facesse, con ciò stesso si priverebbe di ogni credito e di ogni autorità, poiché condannerebbe l’idea a non esser più che una specie di fantasia senza alcuna reale portata. Se una idea è vera, essa appartiene in egual modo a tutti coloro che sono capaci di comprenderla; se è falsa, non c’è da gloriarsi di averla inventata. Una idea vera non può essere «nuova», poiché la verità non è un prodotto dello spirito umano, essa esiste indipendentemente da noi, e noi abbiamo solo da conoscerla. Fuor da tale conoscenza, non può esservi che l’errore" (R. Guénon)

Tutto quanto pubblicato in questo sito può essere liberamente replicato e divulgato, purché non a scopi commerciali, e purché sia sempre citata la fonte - RigenerAzione Evola