Articoli di Julius Evola


0

Storia vissuta della rivoluzione Fascista (terza parte)

Terza parte della recensione di Julius Evola della celebre “Storia della Rivoluzione Fascista” di Roberto Farinacci, pubblicata su “Vita Italiana” nel febbraio 1940. Evola termina la propria analisi critica, contestando le osservazioni di Farinacci circa la Germania prussiana e la Russia zarista, ma approvandone la concezione della “Storia”. Segue una postilla dello stesso Farinacci, che…

0

Storia vissuta della rivoluzione Fascista (seconda parte)

Seconda parte della recensione di Julius Evola della celebre “Storia della Rivoluzione Fascista” di Roberto Farinacci, pubblicata su “Vita Italiana” nel febbraio 1940. Evola termina di esporre la linea di sviluppo dell’opera, e comincia la propria analisi critica, incentrata su temi importanti quali: i presunti antecedenti storici del fascismo, individuati da Farinacci nella Lotta dei…

0

Storia vissuta della rivoluzione Fascista (Prima parte)

In occasione della ricorrenza storica del 28 ottobre, presentiamo da oggi, suddivisa in tre parti, una approfondita recensione che Julius Evola pubblicò sulle colonne di “Vita Italiana” nel febbraio 1940, della celebre “Storia della Rivoluzione Fascista” di Roberto Farinacci, edita in tre volumi nel 1937. Come noto, Evola stimava profondamente Farinacci, da lui considerato uno…

0

Il principio delle competenze

Sempre sull’interessante tema della burocrazia e dei rapporti tra Stato e corpi intermedi, proponiamo quest’articolo che Evola, sempre in periodo guerra, scrisse per la rivista lavoristica “Carattere” nel gennaio 1942. Emerge qui, in particolare, l’importanza del rispetto del principio “organico” delle competenze, da contrapporre al criterio “disorganico” del generalismo, tipico delle democrazie, e causa di…

0

Per uno stile di vita “ascetico”

Riprendiamo la programmazione di RigenerAzione Evola dopo la pausa estiva, con un significativo articolo del barone pubblicato su “La Stampa” nel 1943, con l’intitolazione originaria di “Etimologia e realtà vive”. Nello scritto, Julius Evola, in un periodo estremamente particolare, nel cuore della della seconda guerra mondiale, fornendo l’etimologia esatta del termine “ascesi” e, correlativamente, del…

0

“Servizio allo stato” e burocrazia

In  queste settimane, dopo la fine del cosiddetto “lockdown”, ennesimo termine mutuato dall’inglese per indicare le chiusure cui sono state sottoposte tutte le attività nel nostro paese a causa dell’emergenza da Covid-19, è tornato di gran moda disquisire sui danni causati dalla burocrazia in Italia. Gran parte delle misure approvate dal governo Conte, positive o…

"In una civiltà tradizionale è quasi inconcepibile che un uomo pretenda di rivendicare la proprietà di una idea e, in ogni caso, in essa chi così facesse, con ciò stesso si priverebbe di ogni credito e di ogni autorità, poiché condannerebbe l’idea a non esser più che una specie di fantasia senza alcuna reale portata. Se una idea è vera, essa appartiene in egual modo a tutti coloro che sono capaci di comprenderla; se è falsa, non c’è da gloriarsi di averla inventata. Una idea vera non può essere «nuova», poiché la verità non è un prodotto dello spirito umano, essa esiste indipendentemente da noi, e noi abbiamo solo da conoscerla. Fuor da tale conoscenza, non può esservi che l’errore" (R. Guénon)

Tutto quanto pubblicato in questo sito può essere liberamente replicato e divulgato, purché non a scopi commerciali, e purché sia sempre citata la fonte - RigenerAzione Evola