Antimoderno

0

La tecnica che uccide il cervello

Dopo “Pericoli per l’uomo”, pubblicato sul “Roma” nel maggio 1958 (da noi riproposto con l’intitolazione “I pericoli del pensiero tecnico”), torniamo sul tema degli effetti nefasti dell’era tecnologica sull’uomo, con un altro contributo che Evola pubblicò sempre sul quotidiano napoletano pochi mesi dopo, ad inizio 1959, prendendo spunto dalla recensione di un libro di Hans…

0

I pericoli del pensiero tecnico

In questo articolo uscito sul “Roma” nel maggio 1958 con l’intitolazione “Pericoli per l’uomo”, Evola denunciava i rischi per la formazione e l’educazione dell’uomo rappresentati dalle derive delle società dominate dalla tecnica (di cui nessun Operaio jüngheriano sarebbe, di fatto, riuscito a divenire padrone, sfruttandola quale strumento per ritrovare un realismo eroico, un’impersonalità, un’essenzialità ed…

0

Scienza sacra e scienza profana

Ancora sul tema del rapporto tra scienza e Tradizione, degenerazioni scientiste e conoscenza tradizionale, fisica moderna e fisica “classica”, non potevamo non lasciare la parola al maestro René Guénon, che anche in questa materia ha scritto pagine fondamentali e chiarificatrici. In particolare, presentiamo un ampio estratto dal capitolo  IV (Scienza sacra e scienza profana) de…

0

Il bosone di Higgs, la crisi della fisica moderna e le ultime tracce di una scienza sacra (II parte)

Seconda parte del saggio, pubblicato sul blog del Centro Studi La Runa e riproposto in versione ridotta sul blog di Azione Tradizionale, in occasione della pseudo-scoperta del Bosone di Higgs nel 2012. Dopo una prima pars destruens, volta ad evidenziare le contraddizioni insite negli annunci di quella che in realtà fu una “non-scoperta” e della…

0

Scienza ultima

Ancora sul tema della scienza e della fisica moderna, un articolo di Evola risalente al 1957, dove, in particolare, veniva smontata l’idea che la fisica atomistica contemporanea potesse aver assunto una presunta veste “filosofico-spirituale”, che l’avrebbe innalzata rispetto al mero materialismo. Si rimanda ancora, in tal senso, alla tormentata e significativa vicenda del Bosone di…

0

Il bosone di Higgs, la crisi della fisica moderna e le ultime tracce di una scienza sacra (I parte)

Nel precedente articolo “La libertà e l’atomo”, Evola, dopo aver confrontato schematicamente la macrofisica classica, che si occupa del comportamento della materia a livello macroscopico ed ha carattere deterministico, con la microfisica moderna, che studia il comportamento delle particelle atomiche o subatomiche, ed ha carattere probabilistico, si soffermava su quest’ultima, rigettando il collegamento tra probabilità,…

0

La libertà e l’atomo

Con quest’articolo di Evola uscito sul Roma, dopo la “Religione della scienza”, continuiamo a sviluppare un filone che sarà dedicato agli effetti della tecnica, della scienza profana e delle derive scientiste sulla vita dell’uomo moderno e contemporaneo, in cui ci sarà spazio, come da prassi su RigenerAzione Evola, per contributi di altri prestigiosi autori tradizionali….

0

La religione della scienza

Prendendo spunto dalla prima pubblicazione letteraria del biologo Giuseppe Sermonti, fratello del “leone” Rutilio (entrambi scomparsi di recente), vale a dire Crepuscolo dello scientismo (1971), Evola affrontò, in quest’articolo uscito sul Roma, la questione della dittatura della scienza profana, la religione tutta laica e meccanicistica dello scientismo, che nei decenni a venire avrebbe condotto a…

0

Isola pagana

Pochi giorni fa abbiamo annunciato la pubblicazione de  “L’epica dei cieli e dei mari“, antologia di scritti di Julius Evola sul significato superiore dell’esperienza del volo e della navigazione, curata direttamente da RigenerAzione Evola per Cinabro Edizioni . Nella sezione del libro riservata alle esperienze personali di Evola, campeggia una piccola “perla”, Visione di Capri…

0

Nobiltà, svegliati!

Completiamo, almeno per ora, l’approfondimento sul tema dell’aristocrazia e della nobiltà da intendersi in senso tradizionale, quale sbocco verso l’alto di una compiuta rivoluzione antiborghese, aperto con i saggi di Evola “Significato dell’aristocrazia per il fronte antiborghese” (“La Vita Italiana”, giugno 1940) e “Sull’essenza e la funzione attuale dello spirito aristocratico” (“Lo Stato”, ottobre 1941)….

"In una civiltà tradizionale è quasi inconcepibile che un uomo pretenda di rivendicare la proprietà di una idea e, in ogni caso, in essa chi così facesse, con ciò stesso si priverebbe di ogni credito e di ogni autorità, poiché condannerebbe l’idea a non esser più che una specie di fantasia senza alcuna reale portata. Se una idea è vera, essa appartiene in egual modo a tutti coloro che sono capaci di comprenderla; se è falsa, non c’è da gloriarsi di averla inventata. Una idea vera non può essere «nuova», poiché la verità non è un prodotto dello spirito umano, essa esiste indipendentemente da noi, e noi abbiamo solo da conoscerla. Fuor da tale conoscenza, non può esservi che l’errore" (R. Guénon)

Tutto quanto pubblicato in questo sito può essere liberamente replicato e divulgato, purché non a scopi commerciali, e purché sia sempre citata la fonte - RigenerAzione Evola