Razza

0

Sull’antico ideale dell’uomo ariano

di Julius Evola Tratto da Il Regime Fascista, XVII, 5 marzo 1939 In un articolo Che cosa significa ario uscito precedentemente su queste colonne, nel «Diorama», Di Lauriano, parlando dell’antica casta e razza degli Ari ha accennato  ad una simultaneità di perfezione biologica e di superiorità spirituale. Nei riguardi della prima, egli ha ricordato che…

0

Che cosa significa “Ario”? (seconda parte)

Nell’immagine in evidenza, particolare del bassorilievo “Der Rächer” (“Il vendicatore”) di Arno Breker, esposto alla Grosse Deutsche Kunstaustellung (GDK) di Monaco di Baviera nel 1941. *** di Julius Evola tratto da “Augustea”, XVI, 21, 16 novembre 1941 segue dalla prima parte Tornando alle antiche tradizioni, resta tuttavia l’idea di una nobiltà di tipo e di…

1

Che cosa significa “Ario”? (prima parte)

di Julius Evola tratto da “Augustea”, XVI, 21, 16 novembre 1941 In vari domini si può osservare, oggi, il curioso processo del depotenziarsi delle parole. Vogliamo dire che molte espressioni vengono modernamente usate secondo un significato corrente che non si accorda più con quello originario e che spesso ne rappresenta una degradazione. Numerosi sono gli…

0

L’ascia

di Julius Evola Tratto da “La difesa della razza”, IV, 1, 5 novembre 1940 (con l’intitolazione “I simboli eroici della tradizione ario-romana: l’Ascia”), successivamente inserito nell’antologia “Simboli della Tradizione occidentale”, Arthos, 1977. La versione originaria dell’articolo comparve su “Il Regime fascista“, XIV, del 3 settembre 1939 (“Simboli della tradizione nordico-aria: l’Ascia”), e fu successivamente riveduto…

0

Dal Caos alla Forma

In vista della conferenza che si terrà a Roma, presso Raido, il prossimo 14 ottobre dal titolo “Suolo, sangue, spirito – la difesa delle identità oltre lo ius soli“ (che sarà anche l’occasione per presentare la nuova edizione di “Sintesi di dottrina della razza” di Julius Evola, curata dalle Edizioni di Ar), proponiamo un articolo estremamente…

0

La realizzazione di Sé: dall’esistenzialismo allo Svadharma

Con questa nuova intitolazione riproponiamo ai lettori un saggio molto importante tratto dalla storica rivista “Il Reazionario”, che uscì originariamente con il titolo di “Yoga e tantrismo”. (Tratto da “Il Reazionario” n. 59) Come sovente capitato nel corso dei nostri studi di questi ultimi anni, spunto di riflessione ed insieme soluzione specifica su argomenti potenzialmente…

0

Osservazioni critiche sul «razzismo» Nazionalsocialista

di Julius Evola Tratto da “La Vita italiana”, novembre 1933 Il discorso recentemente tenuto da Adolf Hitler in occasione della tornata culturale del partito nazional-socialista a Norimberga, riprodotto dalla stampa germanica sotto il titolo: Professione di fede eroica, merita, a nostro parere, attenzione, per gli elementi da esso offerti in ordine alla comprensione di quella…

1

Le migrazioni nordico-occidentali

di Julius Evola (Tratto da “Indirizzi per una educazione razziale“, Conte, Napoli, 1941) «La luce del nord», «il mistero iperboreo», questo è dunque un motivo fondamentale della nostra dottrina della razza, motivo che ad alcuni sembrerà però paradossale, ad altri sospetto e avvilente nei riguardi delle tradizioni nostre, ritenute mediterranee. Per cui s’impone qualche chiarimento….

1

Il mistero dell’Artide preistorica: Thule

Quale premessa a quest’articolo di Evola, riportiamo la notizia di una scoperta di alcuni paleontologi risalente ad alcuni mesi fa, e resa pubblica dalla rivista Science nel numero 351 del 15 gennaio scorso. Più precisamente, l’equipe del paleontologo Vladimir V. Pitulko, dell’Accademia russa delle scienze di San Pietroburgo, avrebbe trovato prove di presenza umana a…

1

Julius Evola ed Alfred Rosenberg

Non si può parlare di razza ignorando l’ereditarietà, così come non ha senso parlare di famiglia senza considerare la discendenza genetica di Luca Leonello Rimbotti (tratto da Linea del 16/05/08) La saga evoliana si arricchisce oggi di un nuovo capitolo. I tenaci “evolìadi” – quei particolari cultori del pensiero di Evola interessati a edulcorarne l’aspetto razzista…

"In una civiltà tradizionale è quasi inconcepibile che un uomo pretenda di rivendicare la proprietà di una idea e, in ogni caso, in essa chi così facesse, con ciò stesso si priverebbe di ogni credito e di ogni autorità, poiché condannerebbe l’idea a non esser più che una specie di fantasia senza alcuna reale portata. Se una idea è vera, essa appartiene in egual modo a tutti coloro che sono capaci di comprenderla; se è falsa, non c’è da gloriarsi di averla inventata. Una idea vera non può essere «nuova», poiché la verità non è un prodotto dello spirito umano, essa esiste indipendentemente da noi, e noi abbiamo solo da conoscerla. Fuor da tale conoscenza, non può esservi che l’errore" (R. Guénon)

Tutto quanto pubblicato in questo sito può essere liberamente replicato e divulgato, purché non a scopi commerciali, e purché sia sempre citata la fonte - RigenerAzione Evola