Dottrina dello Stato

0

La politica e l’economia

Torniamo agli articoli di Julius Evola in materia di concezione dello Stato, pubblicati dal barone sul finire degli Anni Cinquanta, con uno scritto dedicato al rapporto tra politica ed economia uscito su “Il Conciliatore” nel 1959, in cui risalta un ampio commento dedicato all’esperienza corporativa fascista, con un breve cenno finale anche alle politiche economiche…

1

Monarchia, dittatura, partito unico

Ancora per gli articoli di Julius Evola in materia di concezione dello Stato, pubblicati dal barone sul finire degli Anni Cinquanta su “Il Popolo italiano” e “Il Conciliatore”, proponiamo oggi l’interessante approfondimento, sintetico ma efficace, uscito sul numero di maggio 1959 de “Il Conciliatore”, dove venivano rapportati i concetti di monarchia, dittatura, bonapartismo, diarchia, partito…

0

La concezione dello Stato e il totalitarismo

Torniamo agli articoli di Julius Evola in materia di concezione dello Stato, pubblicati dal barone sul finire degli Anni Cinquanta, dopo gli approfondimenti degli Anni Trenta e gli articoli di stimolo politico del primo dopoguerra. Con questo scritto pubblicato nell’aprile 1959 su “Il Conciliatore”, Evola evidenziava brevemente da una parte gli aspetti più corretti, dal…

0

Funzione e significato dell’idea organica (seconda parte)

Seconda parte del mini-saggio che Julius Evola pubblicò nel 1971, su “Il Conciliatore”, sull‘idea organica in quanto tale, come principio atemporale di cui lo Stato organico è una delle varie “applicazioni” sul piano storico. In questa seconda parte, Evola sviluppa un’analisi che riecheggia le pagine di “Cavalcare la Tigre”, che peraltro viene citato. Il barone,…

0

Funzione e significato dell’idea organica (prima parte)

Sempre sul tema dello Stato organico su cui ci eravamo soffermati nel contesto degli articoli evoliani sulla concezione dello Stato risalenti alla fine degli Anni Cinquanta, proponiamo questo corposo mini-saggio che Evola pubblicò molti anni dopo, nel 1971, su “Il Conciliatore”, suddividendolo in due puntate. In esso Evola si sofferma più propriamente sull‘idea organica in…

0

Forme e presupposti dello Stato organico (prima parte)

Ad integrazione degli articoli di Julius Evola sulla concezione dello Stato risalenti alla fine degli Anni Cinquanta, ed in particolare con riferimento al tema dello Stato organico, proponiamo in tre puntate un interessante saggio di un giovanissimo Marco Tarchi (all’epoca appena ventunenne), che trovò prestigioso spazio sulla rivista Civiltà all’inizio del 1974, intitolato “Prospettive per…

0

Lo Stato organico

Secondo articolo di Julius Evola in materia di concezione dello Stato, facente parte del gruppo di articoli sul tema pubblicati dal Barone sul finire degli Anni Cinquanta, dopo i ricchi approfondimenti degli Anni Trenta e gli articoli di stimolo politico del primo dopoguerra. Dopo i ragguagli sullo Stato di Platone, sempre sul Popolo Italiano di…

0

Idee su uno Stato come Potenza

Proponiamo oggi, sempre in linea con le elaborazioni del primo Evola circa l’autarchia dell’Individuo Assoluto, Signore e Sovrano che porta a compimento l’idealismo magico post-filosofico, manifesto della “metafisica evoliana” di quel periodo, una metafisica “del divenire”, del potenziamento, dell’individuazione e della dominazione, in cui l’Io si riafferma come Ente di Potenza, in una prospettiva ancora…

0

Fascismo e sacralità dello Stato (I parte)

A ridosso della ricorrenza storica del 28 ottobre, che sarà l’occasione per un interessante approfondimento presso Raido, a Roma, circa il significato più profondo dell’esperienza del fascismo italiano (“Lo spirito del fascismo”, ore 18,00, a cura del coordinamento militante “Il Cerchio”, in collaborazione con il Raggruppamento R.S.I. –  Delegazione Lazio) anche quest’anno riproponiamo un’analisi di…

0

Sui presupposti spirituali e strutturali dell’Unità Europea

Domani, com’ è noto,  saranno celebrati a Roma, in pompa magna, i 60 anni del Trattato istitutivo della Comunità Economica Europea (CEE), l’embrione dell’attuale mostro burocratico-finanziario rappresentato dall’Unione Europea (UE), vera e propria “sentinella” dei grandi poteri globalisti nel nostro continente. Il trattato fu infatti firmato in Campidoglio il 25 marzo 1957, insieme ad un…

0

Universalità imperiale e particolarismo nazionalistico

Dopo le polemiche scatenate dalle sue osservazioni in materia di nazione e nazionalismo, come preannunicato Evola deve tornare sull’argomento e, mantenendosi su un piano strettamente dottrinario e di principio, analizza compiutamente il concetto di impero e di imperialismo, in senso tradizionale (ed allora l’espressione distintiva che potremmo usare è imperialità) e nelle sue degenerazioni contemporanee…

"In una civiltà tradizionale è quasi inconcepibile che un uomo pretenda di rivendicare la proprietà di una idea e, in ogni caso, in essa chi così facesse, con ciò stesso si priverebbe di ogni credito e di ogni autorità, poiché condannerebbe l’idea a non esser più che una specie di fantasia senza alcuna reale portata. Se una idea è vera, essa appartiene in egual modo a tutti coloro che sono capaci di comprenderla; se è falsa, non c’è da gloriarsi di averla inventata. Una idea vera non può essere «nuova», poiché la verità non è un prodotto dello spirito umano, essa esiste indipendentemente da noi, e noi abbiamo solo da conoscerla. Fuor da tale conoscenza, non può esservi che l’errore" (R. Guénon)

Tutto quanto pubblicato in questo sito può essere liberamente replicato e divulgato, purché non a scopi commerciali, e purché sia sempre citata la fonte - RigenerAzione Evola