Tradizione & tradizioni

0

Mito e realtà di Capri

Secondo articolo di Evola su Capri, a seguire rispetto ad Isola pagana. Ulteriori riflessioni su quell’atmosfera sfaldante da “messa in scena”, da “trucco”, da “fiera delle vanità”, che tutta l’ambientazione dell’isola, sia naturalistica che umana, mostrava agli occhi del barone. Straordinarie descrizioni della natura marina e dell’abitato dell’isola fanno da contorno a quelle della “fauna…

0

Isola pagana

Pochi giorni fa abbiamo annunciato la pubblicazione de  “L’epica dei cieli e dei mari“, antologia di scritti di Julius Evola sul significato superiore dell’esperienza del volo e della navigazione, curata direttamente da RigenerAzione Evola per Cinabro Edizioni . Nella sezione del libro riservata alle esperienze personali di Evola, campeggia una piccola “perla”, Visione di Capri…

0

l’Adamo primordiale e la Rosa dell’Eden

Concludiamo la parentesi sul tema dell’androgino e della coppia ancestrale Adamo-Eva, come preannunciato, con il contributo di Gaston Georgel, prestigioso studioso di metafisica, seguace di René Guénon, tratto dalla nota opera “Le quattro età dell’umanità”, dal cui capitolo IV abbiamo tratto e reintitolato alcuni estratti, integrati poi dagli approfondimenti redazionali nelle note, che affiancano le…

0

Esperienze oltre la soglia: la “legge degli enti”

Dedichiamo oggi uno spazio alla narrazione di alcune fondamentali e straordinarie esperienze nel dominio sovrasensibile vissute in prima persona da Evola, da lui riportate in un noto scritto firmato con lo pseudonimo di “Iagla”, uscito su uno dei fascicoli della rivista “Ur” nel 1928 nella sezione “Esperienze” (“La legge degli enti”) e ripubblicato nella raccolta…

0

Adamo ed Eva

Penultimo contributo sul tema dell’androgino primordiale, delle origini dell’uomo e della caduta. Parola di nuovo a Mircea Eliade. Sicuramente una delle osservazioni del grande antropologo e studioso delle religioni rumeno merita una riflessione: “l’uomo non può «vivere» l’assoluto senza alterarlo”. Il riferimento ai tentativi di riprodurre l’androginia in questo mondo, in forma rituale, presso diverse…

0

Adamo primo uomo

Torniamo sul tema dell’androgino, delle origini e della caduta dell’umanità, con tre ulteriori scritti incentrati soprattutto sulla coppia ancestrale Adamo-Eva e sulla possibile derivazione della stessa dall’androgino primordiale. Il primo, che presentiamo oggi, è un breve articolo di Evola uscito sul “Roma” nel 1956; quindi, a seguire, due estratti da opere più vaste, uno ancora…

0

Il caso di Filippo il Bello (seconda parte)

Seconda parte del saggio di Evola sulla figura sovversiva di Filippo IV di Francia, detto il Bello (1268-1314), archetipo di sovrano antitradizionale ed antiaristocratico che, con al sua azione, aprì la via ad una concezione sconsacrata, materializzata e laicizzata del potere politico, alla rivoluzione francese, all’avvento della società moderna. In questa seconda parte, Evola si…

0

L’archetipo androgino

Dopo la parentesi riservata al significato del Male nella storia dell’uomo, con i contributi di Guénon e Coomaraswamy su una traccia di Evola, torniamo sul tema centrale dell’androgino primordiale, delle origini dell’uomo e della caduta, con uno scritto del grande antropologo e storico delle religioni Mircea Eliade. Sui suoi rapporti “travagliati” con Julius Evola, rinviamo…

0

Chi è Satana, dov’è l’Inferno?

Tornando al contesto del tema dell’androgino primordiale, delle origini dell’uomo e della sua “caduta”, relativamente al tema dell’origine e del significato del “male” nella vita umana – di cui, ribadiamolo, viene data un’infarinatura, senza pretese sia pur minime di esaustività –  dopo le osservazioni di Evola (in “Mefistofele e l’androgino”, da noi ripubblicato con l’intitolazione…

"In una civiltà tradizionale è quasi inconcepibile che un uomo pretenda di rivendicare la proprietà di una idea e, in ogni caso, in essa chi così facesse, con ciò stesso si priverebbe di ogni credito e di ogni autorità, poiché condannerebbe l’idea a non esser più che una specie di fantasia senza alcuna reale portata. Se una idea è vera, essa appartiene in egual modo a tutti coloro che sono capaci di comprenderla; se è falsa, non c’è da gloriarsi di averla inventata. Una idea vera non può essere «nuova», poiché la verità non è un prodotto dello spirito umano, essa esiste indipendentemente da noi, e noi abbiamo solo da conoscerla. Fuor da tale conoscenza, non può esservi che l’errore" (R. Guénon)

Tutto quanto pubblicato in questo sito può essere liberamente replicato e divulgato, purché non a scopi commerciali, e purché sia sempre citata la fonte - RigenerAzione Evola