0

Forme e presupposti dello Stato organico (prima parte)

Ad integrazione degli articoli di Julius Evola sulla concezione dello Stato risalenti alla fine degli Anni Cinquanta, ed in particolare con riferimento al tema dello Stato organico, proponiamo in tre puntate un interessante saggio di un giovanissimo Marco Tarchi (all’epoca appena ventunenne), che trovò prestigioso spazio sulla rivista Civiltà all’inizio del 1974, intitolato “Prospettive per…

0

Il mistero delle «Corti d’Amore»

Oggi un ulteriore approfondimento di Julius Evola che, in quest’articolo uscito sul Corriere Padano nel marzo 1937, sviluppa il tema di Dante, dei Fedeli d’Amore del significato interno, nascosto dell’Amore e dell’erotismo nell’ambito di taluni filoni della poesia e della letteratura medievale, fino a soffermarsi sul simbolismo occulto della Donna, anche in relazione al rapporto…

0

Lo Stato organico

Secondo articolo di Julius Evola in materia di concezione dello Stato, facente parte del gruppo di articoli sul tema pubblicati dal Barone sul finire degli Anni Cinquanta, dopo i ricchi approfondimenti degli Anni Trenta e gli articoli di stimolo politico del primo dopoguerra. Dopo i ragguagli sullo Stato di Platone, sempre sul Popolo Italiano di…

0

Il mistero dei dischi volanti – la tesi parafisica

Come promesso, torniamo sul tema “ufologico”, che abbiamo aperto pubblicando due articoli in materia, ben poco noti, di Julius Evola, pubblicati sul settimanale milanese “Meridiano d’Italia” il 21 novembre e poi il 19 dicembre 1954. Avevamo incrociato questi scritti con l’articolo “Alla ricerca dell’inconscio”, uscito sul Roma nel 1971, in cui Evola dedicava alcune riflessioni…

0

L’infezione psicanalitica

Torniamo a parlare di psiche, inconscio, irrazionale, anima e dintorni, argomenti su cui periodicamente ci riaffacciamo. Tematiche evidentemente calde (soprattutto in questi tempi, “ultimi” in tutti i sensi), che Evola, Guénon e tutti gli autori tradizionali hanno approfondito con pagine esemplari e fondamentali, che risultano sempre più tremendamente attuali, man mano che l’uomo contemporaneo viene…

0

L’Astro dei Magi

In occasione dell’Epifania, riprendiamo le pubblicazioni con un interessantissimo saggio a tema sull’Astro dei Re Magi, ad opera di Cosmo Intini, studioso di simbolismi e dottrine tradizionali, di lingue sacre ed in particolare di Gematria. Dapprima presentiamo una breve introduzione dello stesso autore sul concetto di lingua sacra e, appunto, di Gematria, prima di passare…

0

Il Natale dell’anima

Giunti alla vigilia del Santo Natale, pochi giorni dopo il solstizio d’inverno, vi proponiamo alcuni brevi ma significativi brani estratti dell’opera “Il Natale dell’anima” del celebre teologo e mistico medievale tedesco Eckhart von Hochheim, meglio conosciuto come Meister (Maestro/Mastro) Eckhart (1260 – 1327/1328), che ci spiega come vivere in senso realmente spirituale questo importante periodo…

0

Romualdi commenta “Cavalcare la tigre” (seconda parte)

di Adriano Romualdi Tratto da “Julius Evola: l’uomo e l’opera” (1968) Segue dalla prima parte Delineati i tratti de «l’uomo la cui libertà non significa rovina» Evola, dopo una magistrale critica dell’esistenzialismo, considera i processi di dissoluzione del dominio della personalità. Anche qui, ciò che è minacciato è l’individualismo di tipo borghese, libertà, censo, cultura,…

0

Romualdi commenta Cavalcare la tigre (prima parte)

Sempre per il sessantesimo anniversario di “Cavalcare la tigre”, passiamo la parola ad un commentatore d’eccezione come Adriano Romualdi, che, nel suo saggio “Julius Evola: l’uomo e l’opera”, che uscì in prima edizione per l’Editore Volpe nel 1968, per i settant’anni del barone, ne analizzò tutte le opere, non mancando ovviamente di dedicare pagine importanti…

"In una civiltà tradizionale è quasi inconcepibile che un uomo pretenda di rivendicare la proprietà di una idea e, in ogni caso, in essa chi così facesse, con ciò stesso si priverebbe di ogni credito e di ogni autorità, poiché condannerebbe l’idea a non esser più che una specie di fantasia senza alcuna reale portata. Se una idea è vera, essa appartiene in egual modo a tutti coloro che sono capaci di comprenderla; se è falsa, non c’è da gloriarsi di averla inventata. Una idea vera non può essere «nuova», poiché la verità non è un prodotto dello spirito umano, essa esiste indipendentemente da noi, e noi abbiamo solo da conoscerla. Fuor da tale conoscenza, non può esservi che l’errore" (R. Guénon)

Tutto quanto pubblicato in questo sito può essere liberamente replicato e divulgato, purché non a scopi commerciali, e purché sia sempre citata la fonte - RigenerAzione Evola