0

La via religiosa e la via metafisica

Riproponiamo oggi un articolo di Evola pubblicato nel 1938 su “Il Corriere Padano”, con il titolo originario di Oriente e Occidente: il dono delle lingue, che, contrariamente a quanto si potrebbe pensare dal tenore dell’intitolazione, non tratta di linguistica; lo spunto, infatti, è l’ennesimo commento alla celebre opera di René Guénon L’uomo e il suo…

0

Uno sguardo nell’Oltretomba

In questi giorni dalla forte valenza sacra, ormai letteralmente “infestati” dalle ossessioni dei “ponti” vacanzieri per sfuggire ai ritmi  lavorativi alienanti e dalle derive neo-spiritualistiche controtradizionali di Halloween (*) e dintorni, proponiamo un altro degli articoli che Evola dedicò al tema dell’aldilà, del post-mortem. Dopo aver pubblicato, lo scorso anno, in questo periodo, l’articolo “Prospettive…

0

Scienza ultima

Ancora sul tema della scienza e della fisica moderna, un articolo di Evola risalente al 1957, dove, in particolare, veniva smontata l’idea che la fisica atomistica contemporanea potesse aver assunto una presunta veste “filosofico-spirituale”, che l’avrebbe innalzata rispetto al mero materialismo. Si rimanda ancora, in tal senso, alla tormentata e significativa vicenda del Bosone di…

0

Il bosone di Higgs, la crisi della fisica moderna e le ultime tracce di una scienza sacra (I parte)

Nel precedente articolo “La libertà e l’atomo”, Evola, dopo aver confrontato schematicamente la macrofisica classica, che si occupa del comportamento della materia a livello macroscopico ed ha carattere deterministico, con la microfisica moderna, che studia il comportamento delle particelle atomiche o subatomiche, ed ha carattere probabilistico, si soffermava su quest’ultima, rigettando il collegamento tra probabilità,…

0

La libertà e l’atomo

Con quest’articolo di Evola uscito sul Roma, dopo la “Religione della scienza”, continuiamo a sviluppare un filone che sarà dedicato agli effetti della tecnica, della scienza profana e delle derive scientiste sulla vita dell’uomo moderno e contemporaneo, in cui ci sarà spazio, come da prassi su RigenerAzione Evola, per contributi di altri prestigiosi autori tradizionali….

0

Molti sentieri per un’unica vetta (II parte)

Seconda parte del saggio di Ananda Kentish Coomaraswamy del 1944, in cui il celebre storico dell’arte e metafisico dello Sri Lanka, partendo dalla questione di fondo dell’insegnamento delle religioni nelle scuole e delle tecniche di insegnamento comparato, affronta il problema del rapporto tra le religioni ed approfondisce, anche attraverso importanti citazioni, il tema dell’unità metafisica…

0

La religione della scienza

Prendendo spunto dalla prima pubblicazione letteraria del biologo Giuseppe Sermonti, fratello del “leone” Rutilio (entrambi scomparsi di recente), vale a dire Crepuscolo dello scientismo (1971), Evola affrontò, in quest’articolo uscito sul Roma, la questione della dittatura della scienza profana, la religione tutta laica e meccanicistica dello scientismo, che nei decenni a venire avrebbe condotto a…

0

il grande ritorno sulla scena di Steve Bannon, mattatore dell’“estate populista” (II parte)

di Azionetradizionale.com segue dalla prima parte *** La profezia (confermata!) di Bannon dietro il passaggio dal giallo-verde al giallo-rosso. Ulteriore avvenimento caldo dell’ “estate populista” di Bannon, sicuramente fondamentale, al pari della vicenda di Boris Johnson, per dimostrare la forza e la potenziale capacità di condizionare eventi e personalità da parte dell’ex stratega di Trump,…

0

Il grande ritorno sulla scena di Steve Bannon, mattatore dell’“estate populista” (prima parte)

Torna alla ribalta Steve Bannon, della cui figura, pericolosamente ambigua e doppiogochista, abbiamo abbondantemente parlato in passato sul nostro sito, prendendo spunto dall’uso strumentale che è stato fatto dai media della figura di Julius Evola, indicato quale “ideologo nero” dell’internazionale sovranista “The Movement”, di cui Bannon è l’ispiratore. RigenerAzione Evola aveva partecipato, con un articolo…

"In una civiltà tradizionale è quasi inconcepibile che un uomo pretenda di rivendicare la proprietà di una idea e, in ogni caso, in essa chi così facesse, con ciò stesso si priverebbe di ogni credito e di ogni autorità, poiché condannerebbe l’idea a non esser più che una specie di fantasia senza alcuna reale portata. Se una idea è vera, essa appartiene in egual modo a tutti coloro che sono capaci di comprenderla; se è falsa, non c’è da gloriarsi di averla inventata. Una idea vera non può essere «nuova», poiché la verità non è un prodotto dello spirito umano, essa esiste indipendentemente da noi, e noi abbiamo solo da conoscerla. Fuor da tale conoscenza, non può esservi che l’errore" (R. Guénon)

Tutto quanto pubblicato in questo sito può essere liberamente replicato e divulgato, purché non a scopi commerciali, e purché sia sempre citata la fonte - RigenerAzione Evola