Taggato eroismo

0

La concezione romana della vittoria

Alla vigilia del Natale di Roma, che molto significativamente, quest’anno, coincide perfettamente con la data della Pasqua cristiana, entrambi centrati in un periodo dell’anno caratterizzato simbolicamente da rinascita, resurrezione, riemersione di forze sopite dopo la “pausa” invernale, proponiamo un articolo di Evola sulla concezione romana della Vittoria, che trovò spazio sulle colonne della rivista “Augustea”…

0

I Kamikaze

Sabato 19 maggio prossimo, presso i locali della Comunità Militante Raido di Roma, si terrà la presentazione del libro di Daniele Dell’Orco “Non chiamateli kamikaze – dai Cavalieri del Vento Divino ai tagliagole dell’Isis” (edizioni Giubilei Regnani), incentrato su un’attenta analisi dell’etica dei kamikaze giapponesi durante la seconda guerra mondiale, riflesso dell’ancestrale eco della dottrina…

0

Il dovere dei giovani

Tempo fa proponemmo ai lettori il “Messaggio alla gioventù” che Evola scrisse per il numero unico de I nostalgici del marzo 1950 su invito di Roberto Melchionda. In vari altri casi abbiamo proposto scritti evoliani idealmente dedicati ai giovani, e non solo, tratti per lo più dall’intramontabile “Orientamenti”, pubblicato proprio nel 1950, con delle indicazioni…

0

Alternativa di civiltà

(da Americanismo e bolscevismo, in “Nuova Antologia”, 1929) Il mondo classico e mediterraneo ha esaltato il senso della dignità individuale, della differenza, dell’aristocrazia e della gerarchia: ha posto al di sopra di ogni altro l’ideale della cultura, nel senso di realizzazione di sé, di creazione di «tipi», di viventi opere d’arte esprimenti persone compiute. E…

1

Spiritualità della montagna

di Julius Evola (Tratto da “Meditazioni delle vette”) Parlare della spiritualità della montagna, oggi, non è troppo agevole, soprattutto per la ragione che la cosa ormai troppo spesso ha assunto i caratteri di un luogo comune. Forse in poche epoche come nell’attuale si è parlato tanto di «spirito» e si è stati propensi ad introdurre…

"In una civiltà tradizionale è quasi inconcepibile che un uomo pretenda di rivendicare la proprietà di una idea e, in ogni caso, in essa chi così facesse, con ciò stesso si priverebbe di ogni credito e di ogni autorità, poiché condannerebbe l’idea a non esser più che una specie di fantasia senza alcuna reale portata. Se una idea è vera, essa appartiene in egual modo a tutti coloro che sono capaci di comprenderla; se è falsa, non c’è da gloriarsi di averla inventata. Una idea vera non può essere «nuova», poiché la verità non è un prodotto dello spirito umano, essa esiste indipendentemente da noi, e noi abbiamo solo da conoscerla. Fuor da tale conoscenza, non può esservi che l’errore" (R. Guénon)

Tutto quanto pubblicato in questo sito può essere liberamente replicato e divulgato, purché non a scopi commerciali, e purché sia sempre citata la fonte - RigenerAzione Evola