Taggato legge degli enti

0

Benedizioni e maledizioni (Uccelli bianchi, uccelli neri)

Come preannunciato, dopo l’articolo di Evola che approfondiva le tematiche legate alla Legge Causale degli Enti, ai canali psichici di comunicazione ed alle cd. linee naturali di minor resistenza, proponiamo questo scritto di Amadou Hampâté Bâ (1901-1991), filosofo ed antropologo maliano, discepolo prediletto di Tierno Bokar (1875-1939), mistico e metafisico musulmano africano, maestro spirituale della…

0

La legge degli enti: affinità e destino

Dopo gli speciali dedicati all’emergenza Coronavirus e l’approfondimento di Heliodromos,  torniamo alla programmazione più “regolare” di RigenerAzione Evola, rimanendo sempre ovviamente concentrati su qualunque sviluppo più o meno “ufficiale” dell’emergenza sanitaria, che possa meritare commenti o analisi particolari. Come forse ricorderanno i nostri lettori più attenti, la scorsa estate riproponemmo un articolo di Evola pressoché…

2

Prospettive dell’exoterismo

Dopo l’articolo “il dono delle lingue” (da noi riproposto come “la via religiosa e la via metafisica”), efficace metafora guénoniana per indicare le svariate forme in cui il Logos divino si manifesta nel mondo sensibile nelle dimensioni spazio-temporali, continuiamo a piccoli passi con qualche approfondimento sul tema esoterismo-essoterismo, monoteismo-politeismo, anche in tal caso senza alcuna…

0

Esperienze oltre la soglia: la “legge degli enti”

Dedichiamo oggi uno spazio alla narrazione delle incredibili esperienze nel dominio sovrasensibile vissute in prima persona da Evola, da lui riportate in un articolo-resoconto poco noto, firmato con lo pseudonimo di “Iagla”, uscito su uno dei fascicoli della rivista “Ur” nel 1928 nella sezione “Esperienze” (“La legge degli enti”) e ripubblicato nella raccolta dei materiali…

"In una civiltà tradizionale è quasi inconcepibile che un uomo pretenda di rivendicare la proprietà di una idea e, in ogni caso, in essa chi così facesse, con ciò stesso si priverebbe di ogni credito e di ogni autorità, poiché condannerebbe l’idea a non esser più che una specie di fantasia senza alcuna reale portata. Se una idea è vera, essa appartiene in egual modo a tutti coloro che sono capaci di comprenderla; se è falsa, non c’è da gloriarsi di averla inventata. Una idea vera non può essere «nuova», poiché la verità non è un prodotto dello spirito umano, essa esiste indipendentemente da noi, e noi abbiamo solo da conoscerla. Fuor da tale conoscenza, non può esservi che l’errore" (R. Guénon)

Tutto quanto pubblicato in questo sito può essere liberamente replicato e divulgato, purché non a scopi commerciali, e purché sia sempre citata la fonte - RigenerAzione Evola