Taggato oswald spengler

0

Civiltà e civilizzazione

Un altro approfondimento di Evola su Spengler: su “Civiltà”, nel numero di maggio-agosto 1974, quindi a distanza di poco tempo dalla scomparsa terrena del barone, uscì questo articolo in cui Evola tornava ancora, significativamente, sull’antinomia Kultur-Zivilitation, inquadrandola da un punto di vista morfologico anzichè storico-cronologico, onde aggirare le criticità che, a giudizio di Evola, presentava…

0

Spengler, Mussolini e gli “Anni decisivi”

Continuiamo lo Speciale dedicato ad Oswald Spengler, con un’altra sorpresa per voi lettori; e non sarà l’ultima, come vedrete. Oggi, vi proponiamo una rarità, vale a dire una breve recensione scritta da Benito Mussolini sulle colonne de “Il Popolo d’Italia” nel Dicembre 1933, relativa a Jahre der Entscheidung di Spengler, uscito proprio quell’anno in Germania,…

0

La Prefazione di Evola al “Tramonto” di Spengler (seconda parte)

Seconda parte della prefazione che Evola abbinò alla sua storica traduzione per Longanesi, nel 1957, di Der Untergang des Abendlandes, “Il Tramonto dell’Occidente” di Oswald Spengler. Il barone si sofferma qui, in particolare, sul “cesarismo” nella concezione dello scrittore tedesco, e su alcune criticità del suo sistema. Nel finale, un’interessante breve appendice in cui Evola…

0

La Prefazione di Evola al “Tramonto” di Spengler (prima parte)

Tornando all’approfondimento dedicato ad Evola ed Oswald Spengler, proponiamo oggi la prima parte della prefazione che Evola abbinò alla sua storica traduzione per Longanesi, nel 1957, di Der Untergang des Abendlandes, “Il Tramonto dell’Occidente”. Ricordiamo che si trattò della prima traduzione in italiano della fondamentale opera dello scrittore tedesco, oggetto, nei decenni a venire ed…

0

Spengler nell’analisi di Evola

Proseguiamo l’approfondimento dedicato ad Oswald Spengler, che abbiamo introdotto qualche giorno fa parlando della recente nuova traduzione “ideologizzata” de “Il tramonto dell’Occidente“. Passiamo la parola direttamente a Julius Evola, proponendo un articolo che il barone dedicò allo scrittore tedesco, pubblicato sulle colonne de “La Vita Italiana”, un mese dopo l’improvvisa scomparsa di Spengler, avvenuta nel…

0

Evola e Spengler: quando (ri)tradurre significa tradire

A cura della Redazione di RigenerAzione Evola 1. Tramandare, Tradurre, tradire Si suol dire che tradurre è un po’ tradire. In effetti espressioni come tradurre, tradire, tradizione, poggiano su basi etimologiche comuni e rischiosamente affini: tradurre, dal latino traducĕre, trasportare, trasferire (formato da trans, “oltre” e ducĕre, “condurre”, “portare”), se traslato dall’ambito del trasporto materiale…

0

Julius Evola e lo storicismo

Qualche tempo fa, nel riproporre una storica intervista all’avvocato Paolo Andriani rilasciata a “L’Italiano” e poi ripubblicata nel numero speciale di “Civiltà” in memoria di Evola, di cui stiamo curando la ripubblicazione integrale, ci eravamo soffermati en passant su una questione assai complessa ed interessante, relativa alla presa di posizione di Evola nei confronti dello…

0

Osservazioni sulla cultura di Destra

Dopo aver pubblicato l’analisi di Evola su contenuti  e prospettive di una “cultura” di Destra, ovviamente sempre nel senso Tradizionale del termine, come già fatto in occasione dell’enucleazione del significato stesso del termine “Destra”, proponiamo a ruota le riflessioni in materia di Adriano Romualdi. Attuali, lucidissime, taglienti, nella parte più critica; esemplificative, stimolanti, nella parte…

0

Sui presupposti spirituali e strutturali dell’Unità Europea

Domani, com’ è noto,  saranno celebrati a Roma, in pompa magna, i 60 anni del Trattato istitutivo della Comunità Economica Europea (CEE), l’embrione dell’attuale mostro burocratico-finanziario rappresentato dall’Unione Europea (UE), vera e propria “sentinella” dei grandi poteri globalisti nel nostro continente. Il trattato fu infatti firmato in Campidoglio il 25 marzo 1957, insieme ad un…

0

Noi antimoderni

di Julius Evola (tratto da “La Torre”, n° 1, 1 febbraio 1930) Per vie molteplici, oggi, si fa sempre più preciso il senso, che una minaccia oscura incombe sull’intera civilizzazione d’Occidente. Nella crisi, investente non questa o quella forma speciale, ma la compagine dell’intero mondo moderno, sembra che si preannuncino i sintomi della fine di…

0

“Othmar Spann e la nuova scienza dello Stato” – Intervista al Prof. G. Franchi (II parte)

Pubblichiamo la seconda parte dell’intervista esclusiva al professor Giovanni Franchi, relatore della conferenza del prossimo 21 maggio su Othmar Spann e lo stato organico presso la Libreria Raido. *** Giovanni Franchi è ricercatore di Filosofia politica presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Teramo, dove attualmente insegna “Analisi filosofica della politica”. Nel 1997 ha…

"In una civiltà tradizionale è quasi inconcepibile che un uomo pretenda di rivendicare la proprietà di una idea e, in ogni caso, in essa chi così facesse, con ciò stesso si priverebbe di ogni credito e di ogni autorità, poiché condannerebbe l’idea a non esser più che una specie di fantasia senza alcuna reale portata. Se una idea è vera, essa appartiene in egual modo a tutti coloro che sono capaci di comprenderla; se è falsa, non c’è da gloriarsi di averla inventata. Una idea vera non può essere «nuova», poiché la verità non è un prodotto dello spirito umano, essa esiste indipendentemente da noi, e noi abbiamo solo da conoscerla. Fuor da tale conoscenza, non può esservi che l’errore" (R. Guénon)

Tutto quanto pubblicato in questo sito può essere liberamente replicato e divulgato, purché non a scopi commerciali, e purché sia sempre citata la fonte - RigenerAzione Evola