Taggato psicanalisi

0

L’idea del “demonico” nella nuova psicologia

Nei mesi scorsi ci eravamo occupati con Julius Evola del tema della psiche umana e dei suoi mutamenti, osservando che una delle caratteristiche principali dell’uomo contemporaneo risiede proprio nella sua instabilità psichica, nell’incapacità ormai sistematica di dominare le correnti del subconscio attraverso una centratura su sé stesso, una intima tendenza ad “appartenersi”, ad essere per…

0

Il mito Marcuse

Andiamo a concludere lo speciale dedicato da RigenerAzione Evola all’analisi critica del Sessantotto, con due articoli di Evola usciti su “Il Borghese” nel giugno e nel luglio 1968, in cui il barone liquidava senza troppi fronzoli due dei falsi miti delle pseudo-contestazioni di quegli anni, e cioè Herbert Marcuse e il Maoismo: due delle famose…

0

Psicanalisi della contestazione

di Julius Evola tratto da “Il Conciliatore”, XIX, 4, aprile 1970 (poi in “Fenomenologia della sovversione, l’Antitradizione in scritti politici del 1933-70“, a cura di R. Del Ponte, Edizioni Sear, Borzano, 1993) Uno dei segni dello sfaldamento della cultura attuale è l’attenzione che si concede al cosiddetto movimento contestatario, in genere, e nella sua forma…

0

Il Guardiano della Soglia

Francesco Waldner è stato uno dei più importanti astrologi italiani del Novecento. Uno studioso serio e rigoroso, dotato di reali poteri di chiaroveggenza manifestatisi fin dalla più tenera età, e non un ciarlatano o un fantoccio testimonial dei tanti neo-spiritualismi rovesciati del mondo moderno e contemporaneo, vere e proprie pietre d’inciampo per gli sprovveduti che…

0

Messaggio alla gioventù

di Julius Evola (da I nostalgici, Brescia, numero unico, marzo 1950) Nella seconda metà del 1949, da Brescia, Roberto Melchionda, uno dei principali esponenti dei cd. “Figli del Sole”, corrente radicale aristocratico-spirituale di ispirazione evoliana dominante all’interno del Raggruppamento Giovanile Studenti e Lavoratori dell’epoca, si mise in contatto epistolare con Evola, chiedendogli una collaborazione per…

"In una civiltà tradizionale è quasi inconcepibile che un uomo pretenda di rivendicare la proprietà di una idea e, in ogni caso, in essa chi così facesse, con ciò stesso si priverebbe di ogni credito e di ogni autorità, poiché condannerebbe l’idea a non esser più che una specie di fantasia senza alcuna reale portata. Se una idea è vera, essa appartiene in egual modo a tutti coloro che sono capaci di comprenderla; se è falsa, non c’è da gloriarsi di averla inventata. Una idea vera non può essere «nuova», poiché la verità non è un prodotto dello spirito umano, essa esiste indipendentemente da noi, e noi abbiamo solo da conoscerla. Fuor da tale conoscenza, non può esservi che l’errore" (R. Guénon)

Tutto quanto pubblicato in questo sito può essere liberamente replicato e divulgato, purché non a scopi commerciali, e purché sia sempre citata la fonte - RigenerAzione Evola