Taggato rivoluzione

0

Quando Evola e Jünger si strinsero la mano – Intervento di R.E. a Catanzaro (03.02.2018)

Di seguito riportiamo l’intervento tenuto da RigenerAzione Evola a Catanzaro del 3 febbraio scorso, in occasione della presentazione del libro “Ernst Jünger, il combattente, l’operaio, l’anarca” presso la sede della Comunità Militante Furor. Ciao a tutti, è sempre un piacere tornare a Catanzaro e soprattutto dalla Comunità Militante Furor, la prima volta nella nuova sede,…

0

Sulla “contestazione totale”

Torniamo sul tema dei giovani, della gioventù, delle contestazioni al “sistema”, delle presunte rivoluzioni. Lo facciamo riproponendo un celebre articolo che Evola scrisse per “Il Borghese” pochi mesi dopo il famoso “maggio francese”, in pieno fermento sessantottino. Articolo che, com’è noto, fu successivamente inserito  in calce a “Gli Uomini e le rovine”. Lo scritto evoliano,…

1

Italia e Germania: che cosa ci divide, che cosa ci unisce (III parte)

di Julius Evola tratto da “La Vita Italiana”, maggio 1937 *** Nella seconda parte dell’articolo in oggetto, Julius Evola, in conclusione del paragrafo dedicato al “razzismo” nel rapporto tra Italia fascista e Germania nazionalsocialista, introducendo il discorso relativo ad una prospettiva neo-imperiale (ovviamente in senso tradizionale) nella Nuova Europa che si andava a costruire, sottolineava…

0

Spirito legionario e tenuta interiore

di Julius Evola Tratto da “Orientamenti“ Come spirito, esiste qualcosa che può servir già da traccia alle forze della re­sistenza e del risollevamento: è lo spirito legionario. E’ l’abitudine di chi seppe sce­gliere la vita più dura, di chi seppe combat­tere anche sapendo che la battaglia era ma­terialmente perduta, di chi seppe convalida­re le parole…

"In una civiltà tradizionale è quasi inconcepibile che un uomo pretenda di rivendicare la proprietà di una idea e, in ogni caso, in essa chi così facesse, con ciò stesso si priverebbe di ogni credito e di ogni autorità, poiché condannerebbe l’idea a non esser più che una specie di fantasia senza alcuna reale portata. Se una idea è vera, essa appartiene in egual modo a tutti coloro che sono capaci di comprenderla; se è falsa, non c’è da gloriarsi di averla inventata. Una idea vera non può essere «nuova», poiché la verità non è un prodotto dello spirito umano, essa esiste indipendentemente da noi, e noi abbiamo solo da conoscerla. Fuor da tale conoscenza, non può esservi che l’errore" (R. Guénon)

Tutto quanto pubblicato in questo sito può essere liberamente replicato e divulgato, purché non a scopi commerciali, e purché sia sempre citata la fonte - RigenerAzione Evola