Taggato sessualità

0

La dottrina dell’androgine nel misticismo cristiano

Nell’immagine in evidenza: Rebis o androgino (illustrazione da Viatorium spagyricum di H. Jamsthaler, Francoforte, 1625). di Julius Evola Tratto da “Metafisica del sesso” (capitolo 5, paragrafo 50) In Scoto Eriugena abbiamo visto che la dottrina dell’androgine aveva fatto apparizione negli stessi quadri della teologia cristiana. Senza una visibile connessione con Scoto, partendo invece soprattutto da…

0

Ideale animale e crisi del pudore

Come visto nell’articolo pubblicato poco tempo fa, “Naturismo e ideale animale”, uscito sul “Roma” nell’aprile 1957, Evola si soffermava sulla parabola discendente dell’uomo materializzato, il quale, persa la propria dimensione spirituale, degrada a mera specie animale tra le tante, e come tale, in sostanza, finisce per auto-percepirsi. Da qui, tutti i passaggi successivi sono facili…

0

Il gusto della volgarità (II parte)

Seconda parte dell’analisi di Evola circa il progressivo affermarsi di un gusto perverso e degradato per il volgare, l’osceno, l’inferiore, il deforme. Qui il barone si sofferma sulla diffusione del fenomeno nella sfera sessuale. Ancora una volta precorrendo i tempi e con grande capacità intuitiva, Evola notava i segnali di una progressiva volgarizzazione triviale della…

0

Matrimonio e famiglia (seconda parte)

di Julius Evola (tratto da “Cavalcare la tigre“, paragrafo 27 del capitolo “la dissoluzione nel dominio sociale”) segue dalla prima parte Tuttavia, il problema del matrimonio religioso cattolico merita qualche considerazione teorica e storica additiva, affinché non nascano equivoci. Infatti, come è ovvio, nel nostro caso non sono di certo argomenti da «liberi pensatori» che…

"In una civiltà tradizionale è quasi inconcepibile che un uomo pretenda di rivendicare la proprietà di una idea e, in ogni caso, in essa chi così facesse, con ciò stesso si priverebbe di ogni credito e di ogni autorità, poiché condannerebbe l’idea a non esser più che una specie di fantasia senza alcuna reale portata. Se una idea è vera, essa appartiene in egual modo a tutti coloro che sono capaci di comprenderla; se è falsa, non c’è da gloriarsi di averla inventata. Una idea vera non può essere «nuova», poiché la verità non è un prodotto dello spirito umano, essa esiste indipendentemente da noi, e noi abbiamo solo da conoscerla. Fuor da tale conoscenza, non può esservi che l’errore" (R. Guénon)

Tutto quanto pubblicato in questo sito può essere liberamente replicato e divulgato, purché non a scopi commerciali, e purché sia sempre citata la fonte - RigenerAzione Evola