Taggato uomo come potenza

0

Sull’essenza e la funzione attuale dello spirito aristocratico (III parte)

di Julius Evola Tratto da “Lo Stato”, XII, 10, ottobre 1941 Continua dalla seconda parte 8. – Per il razzismo contemporaneo esiste una duplice possibilità di interpretazione assolutamente analoga a quella indicata per il fenomeno della concentrazione totalitaria: ed anche in questo caso il criterio di giudizio è dato dallo spirito aristocratico. Vi è chi…

0

Evola contro Guénon? La “sfida” del giovane Julius (II parte)

Seconda parte dell’articolo in cui un Evola appena ventisettenne, alla fine del 1925, recensiva “L’uomo ed il suo divenire secondo il Vedanta” di René Guénon sulle pagine del quindicinale “L’idealismo realistico”. In questa seconda parte gli strali di Evola verso Guénon appaiono molto più diretti, espliciti, caustici. Senza timori reverenziali di sorta, un Evola “sfrontato”…

1

Evola contro Guénon? La “sfida” del giovane Julius (I parte)

In vista del convegno che si terrà sabato 12 Maggio a Brescia, il convegno dal titolo “Julius Evola, René Guénon. Incontro o scontro?”, organizzato dal Centro Studi Internazionale Dimore della Sapienza, oltre alle interviste ai relatori del convegno, che stiamo pubblicando da diversi giorni, cominciamo a proporre ai nostri lettori del materiale inerente i rapporti…

0

Julius Evola: un destino

di Pio Filippani Ronconi tratto da “Testimonianze su Evola”, Edizioni Mediterranee, Roma Il mio incontro con Evola – incontro spirituale, ché la personale conoscenza avvenne più tardi – risale all’ormai lontano 1934 allorché, ancora ragazzo, conobbi una delle sue opere per i miei fini allora più significativa: L’Uomo come Potenza. Nonostante la mia età, avevo…

"In una civiltà tradizionale è quasi inconcepibile che un uomo pretenda di rivendicare la proprietà di una idea e, in ogni caso, in essa chi così facesse, con ciò stesso si priverebbe di ogni credito e di ogni autorità, poiché condannerebbe l’idea a non esser più che una specie di fantasia senza alcuna reale portata. Se una idea è vera, essa appartiene in egual modo a tutti coloro che sono capaci di comprenderla; se è falsa, non c’è da gloriarsi di averla inventata. Una idea vera non può essere «nuova», poiché la verità non è un prodotto dello spirito umano, essa esiste indipendentemente da noi, e noi abbiamo solo da conoscerla. Fuor da tale conoscenza, non può esservi che l’errore" (R. Guénon)

Tutto quanto pubblicato in questo sito può essere liberamente replicato e divulgato, purché non a scopi commerciali, e purché sia sempre citata la fonte - RigenerAzione Evola