Taggato walther heinrich

0

La concezione dello Stato e il totalitarismo

Torniamo agli articoli di Julius Evola in materia di concezione dello Stato, pubblicati dal barone sul finire degli Anni Cinquanta, dopo gli approfondimenti degli Anni Trenta e gli articoli di stimolo politico del primo dopoguerra. Con questo scritto pubblicato nell’aprile 1959 su “Il Conciliatore”, Evola evidenziava brevemente da una parte gli aspetti più corretti, dal…

0

Funzione e significato dell’idea organica (prima parte)

Sempre sul tema dello Stato organico su cui ci eravamo soffermati nel contesto degli articoli evoliani sulla concezione dello Stato risalenti alla fine degli Anni Cinquanta, proponiamo questo corposo mini-saggio che Evola pubblicò molti anni dopo, nel 1971, su “Il Conciliatore”, suddividendolo in due puntate. In esso Evola si sofferma più propriamente sull‘idea organica in…

0

“Othmar Spann e la nuova scienza dello Stato” – Intervista al Prof. G. Franchi (II parte)

Pubblichiamo la seconda parte dell’intervista esclusiva al professor Giovanni Franchi, relatore della conferenza del prossimo 21 maggio su Othmar Spann e lo stato organico presso la Libreria Raido. *** Giovanni Franchi è ricercatore di Filosofia politica presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Teramo, dove attualmente insegna “Analisi filosofica della politica”. Nel 1997 ha…

0

“Othmar Spann e la nuova scienza dello Stato” – Intervista al Prof. G. Franchi (I parte)

In preparazione alla conferenza del prossimo 21 maggio su Othmar Spann e lo stato organico presso la sede della Libreria Raido, dopo avervi proposto le due interviste realizzate da Julius Evola a Spann nel 1933 e nel 1936, vi offriamo ora,  suddivisa in due parti, un’intervista esclusiva al professor Giovanni Franchi, che sarà il relatore…

"In una civiltà tradizionale è quasi inconcepibile che un uomo pretenda di rivendicare la proprietà di una idea e, in ogni caso, in essa chi così facesse, con ciò stesso si priverebbe di ogni credito e di ogni autorità, poiché condannerebbe l’idea a non esser più che una specie di fantasia senza alcuna reale portata. Se una idea è vera, essa appartiene in egual modo a tutti coloro che sono capaci di comprenderla; se è falsa, non c’è da gloriarsi di averla inventata. Una idea vera non può essere «nuova», poiché la verità non è un prodotto dello spirito umano, essa esiste indipendentemente da noi, e noi abbiamo solo da conoscerla. Fuor da tale conoscenza, non può esservi che l’errore" (R. Guénon)

Tutto quanto pubblicato in questo sito può essere liberamente replicato e divulgato, purché non a scopi commerciali, e purché sia sempre citata la fonte - RigenerAzione Evola